codice etico

“Costruiamo Consenso” intende:

  • rappresentare e promuovere la professione del consulente politico orientato all’applicazione di strategie integrate di comunicazione e fundraising;
  • rappresentare e promuovere l’applicazione di strategie di fundraising politico nel rispetto dei principi della trasparenza e dell’accountability;
  • definire, presidiare e diffondere gli standard qualitativi per la professione.

Il Codice costituisce un insieme di principi la cui osservanza è di fondamentale importanza per la regolare attività, l’affidabilità e l’immagine del network “Costruiamo Consenso”. A tali principi si richiamano le operazioni, i comportamenti e i rapporti, sia interni al network che esterni.
Il Codice è basato anche su norme non giuridiche, ed e rivolto alla sensibilità morale e professionale delle singole persone. Tutti gli aderenti al network hanno la responsabilità morale della diffusione e dell’applicazione dei valori espressi dal Codice.
In particolare i valori guida di “Costruiamo Consenso”, ai quali si ispira l’operatività quotidiana di tutti i membri del network, sono i seguenti:

  • soddisfazione del cliente;
  • personalizzazione del servizio;
  • riservatezza e segreto professionale;
  • correttezza di comportamento e rispetto dell’etica professionale.

I valori-guida hanno valenza paritetica e devono essere percepiti dai terzi come i fattori che contraddistinguono il network nei confronti della concorrenza.

Premessa
L’oggetto dell’etica professionale riguarda:

  • i rapporti tra consulenti,
  • i rapporti tra il consulente ed il sistema organizzativo cliente,
  • i rapporti con gli stakeholder,
  • i rapporti interni.

Articolo 1 – Norme Generali
Ogni Consulente che aderisce a “Costuiamo Consenso” si impegna al rispetto del presente Codice Etico e di Condotta e si rende garante nei confronti del network e dei suoi appartenenti, che il proprio comportamento sia conforme ai principi del codice stesso.
Nello svolgimento degli incarichi assunti ciascun membro di “Costruiamo Consenso” mantiene quei requisiti di dignità, indipendenza ed obiettività considerati indispensabili all’esercizio professionale dell’attività di consulenza e fornitura di servizi e cura altresì, nell’ambito delle sue possibilità, che gli stessi siano salvaguardati da tutti i colleghi coinvolti.
Ogni aderente si impegna ad evitare ogni forma di discriminazione riguardante età, etnia, sesso, religione, nazionalità, orientamento sessuale, opinione e pensiero ed ogni abuso del proprio ruolo professionale.

Articolo 2 – Consapevolezza delle capacità
Ciascun aderente accetta gli incarichi consulenziali per i quali si sente adeguato e competente, assegnando, se necessario, il lavoro globalmente e/o nelle sue parti a persone idonee a realizzare la prestazione prevista e concordata con il Cliente, mantenendo comunque piena titolarità dell’incarico.

Articolo 3 – Aggiornamento e formazione continua
Ciascun aderente è tenuto a curare costantemente la propria preparazione professionale, conservando e accrescendo il suo sapere con particolare riferimento ai settori nei quali è svolta la sua attività di consulenza ed alle tecniche di general management.

Articolo 4 – Indipendenza Professionale
Ogni aderente, prima di assumere un incarico e durante la sua realizzazione, deve verificare l’eventuale esistenza di condizioni economico-finanziarie, politiche, culturali e professionali che possano inficiare la sua indipendenza di giudizio ed obiettività e/o creare conflitto di interessi. In ottica di trasparenza e di leale reciprocità di partnership, tali condizioni devono essere condivise con il Cliente.
Ogni aderente deve svolgere la sua attività con lealtà e correttezza nei confronti del Cliente, dei Colleghi e dei terzi a qualunque titolo coinvolti.
Ogni aderente, nell’esercizio della sua attività professionale, deve conservare la propria autonomia di giudizio, tecnica ed intellettuale, e difenderla da condizionamenti esterni di qualunque natura.
Ogni aderente si impegna ad evitare di fornire servizi professionali a Committenti quando tali servizi sono contrari alle norme vigenti e/o al presente Codice Etico e di Condotta.

Articolo 5 – Segreto Professionale
Tutte le informazioni riguardanti l’attività dei Clienti, acquisite nel corso degli interventi, devono essere considerate riservate e coperte dal segreto professionale. Pertanto, possono essere divulgate solo su specifica autorizzazione da parte del Cliente/Committente e comunque non possono essere utilizzate a vantaggio proprio o di terzi.
Gli aderenti devono ispirare la propria condotta al massimo riserbo anche verso coloro che a loro si rivolgono per chiedere assistenza anche qualora l’incarico non si perfezioni.
Gli aderenti non possono divulgare informazioni riservate ricevute anche occasionalmente, da un Collega consulente o da altri Professionisti.
Gli aderenti durante il rapporto consulenziale, garantiscono l’integrità e la conservazione dei dati e dei documenti messi a loro disposizione su qualsiasi supporto siano essi contenuti.
Gli aderenti si obbligano a mantenere riservate le informazioni e le notizie concernenti dati personali appresi durante la propria attività consulenziale prestata e devono osservare tale obbligo anche dopo la cessazione del rapporto consulenziale nei limiti della legislazione corrente.

Articolo 6 – Tutela del cliente
Gli aderenti a “Costruiamo Consenso” sono tenuti alla presentazione preliminare dell’offerta di collaborazione nella quale siano trattati tutti gli elementi tecnici ed economici costitutivi del futuro incarico, codificabili poi nel contratto.
Gli aderenti non devono accettare o permettere che i propri Collaboratori accettino provvigioni o compensi di qualsiasi natura dai fornitori di beni o servizi il cui uso essi stessi abbiano raccomandato o possano raccomandare al Cliente.
L’incarico professionale, qualunque sia la forma contrattuale che lo regola, è ordinato sulla fiducia e deve conformarsi al principio di professionalità specifica.
Gli aderenti non devono consapevolmente consigliare al proprio Cliente soluzioni inutilmente gravose, inefficaci, illecite o fraudolente.
Gli aderenti devono rifiutarsi di accettare l’incarico di consulenza qualora possa fondatamente desumere da elementi conosciuti che la sua attività concorra ad operazioni illecite od illegittime.

Articolo 7 – Ottenimento del lavoro
Gli aderenti non devono influire nei confronti di terzi e nei confronti di personale dipendente del Cliente, reale o potenziale, con provvigioni o compensi di qualsiasi natura nell’intento di ottenere l’assegnazione di incarichi.

Articolo 8 – Attività Promozionale
Ogni aderente a “Costruiamo Consenso” deve mantenere l’attività promozionale e di pubbliche relazioni entro i limiti di lealtà e correttezza professionale, sia nella forma, che nei contenuti.

Articolo 9 – Rapporto tra Collaboratori
Ogni aderente ha la responsabilità, nel caso gestisca Collaboratori interni ed esterni, che questi conoscano ed applichino il Codice Etico e di Condotta verso i Colleghi e verso i Clienti.

Articolo 10 – Mediazione e Sanzioni
Ogni comportamento lesivo del presente Codice Etico e di Condotta sarà sottoposto ad un Organismo di Mediazione, individuato nella TOTA CONSULTING S.r.l., con sede in Roma, il quale designerà un Mediatore per la soluzione conciliativa del conflitto.
In mancanza di accordo conciliativo gli aderenti potranno, votando all’unanimità, applicare una sanzione per la violazione e disporre in caso di gravità l’esclusione dell’aderente dal network.

Tutti gli aderenti a “Costruiamo Consenso” hanno accettato le presenti norme e sottoscritto il documento.